27
09
2017

ADRIANO E LA 30 TRENTINA:”ALL’ARRIVO QUASI SCENDE UNA LACRIMUCCIA”

Settimana dal 18 Agosto al 24 Settembre

Martedì 19 ALLA CONQUISTA DI NUOVI TERRITORI

Oggi toccano 60/70’ di corsa facile, Più stretcing..

Sono in ferie, l’ultima settimana e si sta rivelando veramente bella, questa settimana è di scarico per cui me la godo tutta, anche se ho un po’ di paura per domenica.. l’allenamento va bene e mi godo il panorama stupendo della Costa Smeralda  della Maddalena davanti ai miei occhi!

Venerdì  22 ANCHE LA SARDEGNA è STUPENDA DA CORRERE

Oggi mi toccano 30/40’ di corsa facile e 8 x 100 m in allungo

Un bel giochetto rilassante, mi gusto la strada, il mare, le temperature stupende e i colori che sono da favola e intanto corro… le ripetute le faccio in strada tornando all’appartamento! Anche oggi mi sono divertito parecchio anche s i passanti mi guardavano come non avessero mai visto uno che si allena!

Domenica 24 LA TRENTA TRENTINA

Devo iniziare con un paio di grazie…

Tornato dalle ferie ieri, stanotte ho dormito poco e sono agitato mi sento carico ma ho paura perché 30 sono tanti.. Con la TIGRE a fianco Eros un paio di Metri dietro ed altri amici che ci accompagnano partiamo.. la giornata è una favola… da prima un po’ di nuvolo e promette pioggia, poi si apre il cielo e con esso i panorami del nostro stupendo trentino con il lago e le montagne che ne fanno da padrone.. I Primi 16 passano molto bene fra chiacchiere e risate, la compagnia è bella, il ritmo è super buono e come dice la Tigre siamo in andatura da crociera e si va! Dopo il cambio della staffetta le gambe iniziano a dolere e provo con Marco e Luca a cambiare passo, dai 6,20 al km passiamo sotto ai 6 e fino ai 25 mi diverto a tirare un po’ con loro.. da qui alla fine le gambe avrebbero voluto fermarsi, sia stato per il mesto allenamento delle mie settimane di ferie, sia stato il poco dormire, le scarpe ormai consumate, fatto stà che è stato come se milioni di spilli volessero fermarmi e inchiodarmi lì… In quel lasso di tempo trascorso a fare una discesa di 2 km ho capito i tanti che in questi ultimi tempi mi dicevano che ad un certo punto quello che conta è la testa, con lai tutto stava bene ma le gambe dicevano no.. basta.. fermati, fai come fanno tanti altri vicino a te.. e per fortuna ha vinto lei, la mia testa.. dopo un paio di km corsi a 7,10’ al km dopo aver parlato alle mie gambe e aver rilassato la corsa sono riuscito a riprendere il ritmo dei 6’.

All’arrivo quasi scende la lacrimuccia.. Incredulo di aver potuto resistere alla tentazione di fermarmi e di aver fatto 30 e dico 30 km; contento di essere arrivato a questo traguardo e felice di esserci arrivato insieme ai miei compagni, ai coach, ai responsabili del progetto (che erano lì all’arrivo a fare il tifo per me) il primo grazie va a tutti loro, il secondo va alla signora mai vista prima, che 50 metri all’arrivo mi ha guardato e congratulandosi gridando mi ha fatto notare il sorriso che portavo stampato in viso, ma quanto poco basta per essere felici, un po’ di sano sacrifico e tanti amici! il terzo va alla vita e alle possibilità che offre nell’incontro con le persone, non smetterò mai di ringraziare chi mi ha voluto in questo progetto! e adesso via con le prossime avventure!