[vc_row][vc_column][vc_column_text delay=”0″]Manca meno di un mese alla fatidica data in cui ognuna di noi si metterà alla prova nella sua sfida personale e l’ansia da prestazione inizia a farsi sentire. Noi ladies siamo oramai entrate di diritto nella loggia massonica dei runner.[/vc_column_text][vc_column_text delay=”0″]Da cosa si capisce? Nelle nostre chiacchiere durante gli allenamenti hanno sempre più spazio termini quali “passo gara”, “variazioni”, “lunghissimi”, “foam roller”, “gel”, “aminoacidi ramificati”e chi più ne ha più ne metta.[/vc_column_text][vc_column_text delay=”0″]Siamo oramai nel pieno delirio pre gara! Nel frattempo, in questi mesi ho imparato molte cose: ad amare le variazioni e a odiare le ripetute, a capire quale tipo di alimentazione seguire a seconda dell’allenamento che mi aspetta, a mettermi via che il modello di scarpe da running che preferisco ha sempre e solo 1 colore disponibile, a fare 30 km (quando poco meno di 2 anni fa mi sembrava incredibile farne 10) e a scoprire che la corsa, quando condivisa con chi l’ama quanto te, è ancora più esaltante![/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text delay=”0″]

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]